I viaggiatori del tempo. La pergamena perduta

la pergamena perduta

 

Titolo: La pergamena perduta. I viaggiatori del tempo
Autore: M.P. Black
Editore: Dri Editore
Pubblicazione: 30 settembre 2013
Pagine:
Link all’acquistocartaceo/e-book

 

 

La pergamena perduta. I viaggiatori del tempo di M.P. Black, primo di una serie, è un urban-fantasy per bambini e ragazzi, che racconta la storia di Luca e Sara, due gemelli che all’improvviso si trovano a vivere un’avventura tra la Conegliano del presente e quella del passato.

Luca e Sara hanno undici anni, sono molto legati, nonostante siano profondamente diversi – tranquilla e studiosa lei, spensierato e scherzoso lui –  e conducono una vita normale: frequentano la scuola, passano il tempo con la famiglia e gli amici. Ma a un certo punto i sogni di Luca si popolano di strane suggestioni e il ragazzino inizia a sentire una voce nella testa: scoprirà così di essere un viaggiatore del tempo e che un conto in sospeso lo attende nel passato. Riusciranno Luca e Sara a trarre in salvo la strega Aurora? Riusciranno a scampare all’assedio che sta mettendo a ferro e fuoco la Conegliano medievale?

La pergamena perduta. I viaggiatori del tempo è essenzialmente una fiaba edificante, pensata per dei ragazzini, che non faranno fatica ad identificarsi con Luca e Sara, ma anche con gli altri personaggi: tranne infatti qualche figura adulta, come quella dello strano bibliotecario Achille o quella dell’antagonista, i personaggi sono tutti ragazzini, come Aurora, la giovane strega che è pronta a rinunciare a ogni cosa per amore, o Glauco, il ragazzo temerario che non ha paura di mettere a repentaglio la propria vita per gli amici appena incontrati. In linea con le sue intenzioni edificanti, il romanzo pone al centro alcune belle tematiche, che vengono sviluppate con lo svolgersi della vicenda: sono difatti gli accadimenti del libro, come le decisioni dei suoi protagonisti o il loro modo di agire, che ci trasmettono i valori dell’amicizia, dell’amore, della lealtà, del coraggio e del sacrificio. Il tutto è condito con un pizzico di magia, che, nella prima parte, sembra appena accennata, ma che poi esplode nella seconda, tra strane creature, fantasmi e incantesimi, che contribuiscono a creare quel senso di meraviglia che in una storia del genere un lettore si aspetta.

Tenendo conto che è romanzo per bambini e ragazzi, e quindi certe semplificazioni ci possono stare, tuttavia trovo che alcune dinamiche tra i personaggi non siano state ben gestite, perché certe evoluzioni nei rapporti avvengono decisamente troppo in fretta. Un’altra nota sui dialoghi, che a volte risultano poco credibili messi in bocca a dei ragazzini, e su alcune reazioni dei protagonisti, che sembrano decisamente più mature rispetto a quelle di due comuni undicenni – innanzitutto nel loro modo di vivere l’amore, a cui viene data una drammaticità che, per quanto ci possa stare per come si sviluppa la storia, tuttavia stona con l’ingenuità e lo stupore con cui ci si aspetta che un ragazzino viva questo sentimento – . Se questi sono i punti deboli, i punti forti di questo libro stanno nell’ambientazione, molto curata, e nella cura per i dettagli, come quelli che riguardano la vita medievale. Per quanto riguarda lo stile, l’ho trovato semplice ed efficace, soprattutto nelle descrizioni, adatto per un pubblico giovane di lettori.

Concludendo, La pergamena perduta. I viaggiatori del tempo è un romanzo con qualche difetto, ma che risulterà sicuramente una lettura piacevole per i bambini e i ragazzini per cui è stato scritto.

“Ho bisogno del vostro aiuto per scrivere una lettera. Si tratta di vita o di morte.”
Frate Malachia impallidì. Morte. Aveva sentito bene? Quella dolce ragazzina era forse in pericolo di vita? Lui le era molto affezionato, in quanto in passato aveva fatto davvero tanto per la comunità e una volta lo aveva pure guarito da una grave malattia. Era sicuramente in debito con lei.
“Va bene, seguimi.”