Oggi è San Valentino, la festa degli innamorati, e noi lo vogliamo celebrare in modo letterario, con la selezione dei migliori romanzi d’amore della letteratura. Per questo ci concentreremo sui classici, sui quei libri senza tempo dove l’amore è sì presente, a volte un vero pilastro portante della trama, ma non mancano altre tematiche e spunti di riflessione, sulla storia, sulla filosofia, sui lati oscuri del cuore umano.

Se quindi siete alla ricerca di un libro che sappia farvi battere il cuore e commuovere, ma al tempo stesso offrirvi spunti di riflessione, questi sono per noi i migliori romanzi d’amore:

Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen

Romanzi d'amore Austen

Dalla quarta di copertina: Pride and Prejudice è certamente l’opera più popolare e più famosa di Jane Austen, vero e proprio long-seller, ineccepibile per l’equilibrio della struttura narrativa e lo stile terso e smagliante, ed emblematica della “cristallina precisione” austeniana. Attraverso la storia delle cinque sorelle Bennet e dei loro corteggiatori, lo sguardo acuto della scrittrice, sorretto da un’ironia spietata e sottile, annota e analizza con suprema grazia fatti, incidenti, parole di un microcosmo popolato da struggenti personaggi femminili, sospesi tra l’ipocrisia dell’Inghilterra vittoriana e la voglia di un amore romantico e senza compromessi.

È cosa ormai risaputa che a uno scapolo in possesso di un vistoso patrimonio manchi soltanto una moglie. Questa verità è così radicata nella mente della maggior parte delle famiglie che, quando un giovane scapolo viene a far parte del vicinato – prima ancora di avere il più lontano sentore di quelli che possono essere i suoi sentimenti in proposito – è subito considerato come legittima proprietà di una o dell’altra delle loro figlie.

Link all’acquisto: cartaceo/e-book

Il dottor Zivago di Boris Pasternak

romanzi d'amore pasternak

Dalla quarta di copertina: Borìs Pasternàk nacque nel 1890 a Mosca. Il suo ingresso nella vita intellettuale russa coincise con la moda del cubofuturismo e con le più accese esperienze di rinnovamento letterario. Ma per quanto animato da un ansioso bisogno di ricerca, egli non dimenticò mai la più genuina tradizione della sua terra […]. La sua poesia, così improduttiva ai fini della propaganda, non lo mise mai in buona luce presso le autorità; egli stesso, non per una ben individuata regione di ordine politico, ma per un preciso bisogno di salvare la libertà dell’arte e del pensiero, sin dal 1930 visse in disparte nella sua dacia di Peredelkino presso Mosca, dove morì nel 1960. Fu in questa volontaria solitudine che maturò e fu scritto Il dottor Zivago. Il premio Nobel per la letteratura, conferitogli nel 1958, e l’eco enorme e l’impressione profonda suscitate in tutto il mondo dal romanzo non valsero a toglierlo dall’isolamento né ad attenuare il gelo ufficiale della politica e della letteratura sovietica. Solo ora, a trent’anni dalla prima edizione mondiale presso Feltrinelli, Il dottor Zivago viene pubblicato in Urss. Unanime, la critica di tutto il mondo riconobbe che Il dottor Zivago si inserisce, per dirla con le parole di Eugenio Montale, “per l’ampiezza del quadro e per la primordialità delle passioni nella tradizione tolstoiana”; e tuttavia, come scrisse Edmund Wilson, esso “non è affatto un romanzo d’antico stampo… è un romanzo poetico moderno, il cui autore ha letto Joyce, Proust, e Kafka e… s’è allontanato dai suoi predecessori per inventare, in questo campo, un genere suo proprio… l’intero libro è una grandiosa, enorme espressione simbolica della visione della vita dell’autore“.

Credo che non ti amerei tanto se in te non ci fosse nulla da lamentare, nulla da rimpiangere. Io non amo la gente perfetta, quelli che non sono mai caduti, non hanno inciampato. La loro è una virtù spenta, di poco valore. A loro non si è svelata la bellezza della vita.

Link all’acquisto: cartaceo/e-book

Romeo e Giulietta di William Shakespeare

romanzi d'amore shakespeare

Dalla quarta di copertina: Ispirato alla novellistica italiana, Romeo e Giulietta intreccia numerosi elementi nella vicenda dei due innamorati “nati sotto contraria stella”. Dalla “morta viva”, che affascinò e ispirò i preromantici e i romantici, al drammatico scontro tra due generazioni – la lotta tra le ragioni dell’odio e le ragioni dell’amore – il dramma si arricchisce di temi la cui complessità va oltre la vicenda d’amore. Tuttavia, è questa a fare di Romeo e Giulietta, scritto tra 1594 e 1596, l’opera forse più celebre e più amata di Shakespeare. Nel contrasto tra la purezza, l’appassionata consapevolezza dell’amore e l’inesorabile concatenarsi delle circostanze funeste va cercata la grandezza del dramma e la chiave della sua autentica dimensione tragica.

Occhi, guardatela un’ultima volta, braccia, stringetela nell’ultimo abbraccio, o labbra, voi, porta del respiro, con un bacio puro suggellate un patto senza tempo con la morte che porta via ogni cosa.

Link all’acquistocartaceo/e-book

Cime tempestose di Emily Bronte

romanzi d'amore bronte

Dalla quarta di copertina: È questa un’opera del tutto isolata nella tradizione narrativa inglese. In essa l’aspro realismo del quotidiano vive di misteriose e inquietanti tensioni onirico-simboliche e di cupe fiammate emotive, all’interno di una struttura narrativa di grande saldezza ed efficacia. Vi domina la figura di Heathcliff il quale, animato da una passione distruttiva, svolge nel libro la funzione “fatale” del vendicatore spietato, vero “replicante” di tante devastanti figure del gothic novel britannico; ma il suo tirannico porsi come l’inflessibile dark hero nasce da una disperata infelicità di fondo e lo porta a vivificare la propria morte con quella della donna amata, in una sorta di aspirazione erotico-panteistica che conferisce alla sua figura dimensioni assolutamente inedite.

Quanto più andavo avvicinandomi alla casa, tanto più aumentava in me l’agitazione e quando la scorsi, presi a tremare in tutte le membra. L’apparizione mi aveva preceduta; mi stava contemplando attraverso il cancello.

Link all’acquisto: cartaceo/e-book

Jane Eyre di Charlotte Bronte

romanzi d'amore jane eyre

Dalla quarta di copertina: Trasgressivo, indecoroso, scandaloso. Così fu definito, alla sua uscita nel 1847, il capolavoro di Charlotte Brontë; l’eroina senza famiglia e senza soldi, intelligente e colta ma cresciuta in un orfanotrofio, che osava dar voce ai sentimenti che provava per un uomo proibito, infranse molti divieti nel rigore dell’Inghilterra vittoriana. Ma la forza del personaggio di Jane, e della scrittura di Charlotte, ebbero la meglio su ogni critica. E ancora oggi, a duecento anni dalla nascita della sua autrice, Jane Eyre è la storia di tutte le donne indipendenti che pensano che la vita vada affrontata con coraggio. E che non sognano un cortese principe azzurro, ma un compagno che sappia tener loro testa, e che sia pronto a sfidare il mondo al loro fianco.

Un giorno lei giungerà ad una stretta tra le rocce, dove il flusso della vita s’infrangerà in un vortice tumultuoso e schiumeggiante e allora o lei finirà sbriciolata su quelle cime scabre, oppure, sollevata da un’onda potente, si troverà a fluttuare in acque assai più calme, come è accaduto a me.

Link all’acquisto: cartaceo/e-book

Notre-Dame de Paris di Victor Hugo

romanzi d'amore hugo

Dalla quarta di copertina: Monumentale epopea ambientata nel xv secolo, sorta di meditazione sulla vanità delle ideologie di compensazione e disperata inquisizione sul senso e sui limiti dei legami affettivi, Notre-Dame de Paris è un vero romanzo “gotico”. Protagonista principale è Parigi, col suo intreccio misterioso di vicoli, popolata di diseredati, di folli, di spiriti tormentati, e soprattutto la cattedrale di Notre-Dame, con i mostri occhieggianti dai cornicioni, le masse d’ombra, le tortili colonne, le guglie protese: molto più che un semplice sfondo per le passioni irrazionali e il clima intensamente lirico che percorrono l’opera.

L’amore è come un albero, nasce da sé, mette profonde radici in tutto il nostro essere e spesso continua a verdeggiare su un cuore in rovina. E quel che è ancor più inspiegabile è che più quella passione è cieca, più è tenace. Essa non è mai più solida di quando non ha in sé alcuna ragione.

Link all’acquisto: cartaceo/e-book

L’amore ai tempi del colera di Gabriel Garcia Marquez

romanzi d'amore marquez

Dalla quarte di copertina: Un amore romantico e infinito, capace di pazientare, con fede incrollabile, per “cinquantatré anni, sette mesi e undici giorni, notti comprese”. Tanto deve infatti aspettare Florentino Aziza, poeta e proprietario della Compagnia Fluviale del Caribe, prima di poter finalmente vedere realizzato il suo sogno con Fermina Daza, la più bella ragazza della Colombia. La cronaca di una lunga e fiduciosa attesa, di un desiderio che non si sopisce ma viene accresciuto dagli anni, superando tutti gli ostacoli. Una storia d’amore e di speranza con la quale, per una volta, Márquez abbandona la sua abituale inquietudine e il suo impegno di denuncia sociale, per raccontare un’affascinante epopea di passione e di ottimismo. Un romanzo atipico e splendido da cui emergono il gusto intenso per una narrazione corposa e fiabesca, le colorate descrizioni dell’assolato Caribe e della sua gente.

Nel corso degli anni entrambi arrivarono, seguendo vie diverse, alla conclusione saggia che non era possibile vivere altrimenti, né amarsi altrimenti: nulla a questo mondo era più difficile dell’amore.

Link all’acquisto: cartaceo/e-book

Ritratto di signora di Henry James

romanzi d'amore james

Dalla quarta di copertina: Cosa scaturisce dall’unione tra la visione di un autore tra i più innovativi della prosa moderna e il canovaccio più classico nella storia della letteratura di tutti i tempi, ovvero la fuga dalla propria patria alla ricerca della felicità in un mondo nuovo? Uno dei grandi capolavori scritti da Henry James. È, questa, un’avventura psicologica, ma anche morale ed estetica: il viaggio da un piccolo paese del New Jersey fino a Firenze, dalla mancanza di storia alla storia assoluta, alla ricerca di una vita perfetta e di un’esistenza ideale. A esserne protagonista è Isabel Archer, una donna incantevole e seducente ma anche vittima di un’ossessione che la rende docile e facile preda delle trame del desiderio e dell’inganno. In una sorta di catarsi che muove dal nuovo ma ingenuo continente americano fino all’affascinante ma contraddittoria Europa, un romanzo che non mancherà di stupirvi, commuovervi a tratti, ma soprattutto vi metterà di fronte a un ideale specchio nel quale non esiterete a ritrovare, più spesso di quanto immaginiate, la vostra essenza. All’interno – come in tutti i volumi Fermento – gli “Indicatori” per consentire al lettore un agevole viaggio dentro il libro.

Rimasero tutti e due per un poco in questa posizione, scambiandosi un lungo sguardo, lo sguardo vasto e consapevole delle ore critiche della vita.

Link all’acquisto: cartaceo/e-book